Recensione e Test fotografico Samsung Galaxy S4 Zoom: una fotocamera con telefono.

wpid7798-PixelSquare-Recensione-Test-Galaxy-S4-Zoom-2.jpg

Grazie alla collaborazione con il portale italiano androidworld.it, abbiamo potuto provare la nuova fotocamera /telefono di Samsung. Il Galaxy S4 Zoom è una nuova proposta da Samsung: un ibrido tra telefono cellulare e una macchina fotografica con tanto di ottica 10x. E’ a tutti gli effetti una macchina fotografica con telefono incorporato!
E’ sicuramente uno dei trend della fotografia moderna sul quale si può aprire un dibattito filosofico più o meno articolato riguardo il senso delle migliaia di fotografie più o meno inutili scattate ogni giorno e condivise attraverso i Social Network. Non siamo però qui a far polemica o anzi a sminuire un fenomeno che fa parte della nostra quotidianità come quello della diffusione di massa delle immagini digitali.
Ma torniamo alla nostra prova facendo un passo indietro: già al PhotoKina 2012 Samsung aveva presentato con grande enfasi la Galaxy Camera. Si trattava di una fotocamera che univa per la prima volta (sì ok, escluso il primo tentativo fallimentare di Nikon con la S800c) in una fotocamera il sistema operativo Android all’interno di una macchina fotografica. Il lavoro era senz’altro pregevole anche se dal nostro punto di vista la fotocamera nel suo complesso era davvero troppo grande nelle dimensioni, a causa del display usato, un 4,7” pari a quello del telefono Galaxy S3. Diciamo che la Galaxy Camera era nella parte posteriore un telefono Galaxy S3 accoppiato ad una fotocamera. La Galaxy Camera disponeva così di connettività Wi-Fi ma anche 3g attraverso una comune Sim telefonica. Mancava però un punto che rendeva questo prodotto incompleto: la possibilità di usare a tutti gli effetti la fotocamera come un telefono cellulare!
Sicuramente uno dei aspetti più interessanti della Galaxy Camera che si ripresenta sul Galaxy S4 Zoom  della nostra prova, è la possibilità di avere un sistema operativo completo a nostra disposizione, in questo caso Android. Possiamo così scattare la fotografia, usare un programma per la correzione come l’ottimo Snapseed, salvare la versione modificata sul dispositivo e condividerla prontamente sui Social Network.

Pixel Square, Samsung Galaxy Zoom S4 Test e Recensione

Ecco quindi, a quasi un anno di distanza, un nuovo prodotto da parte di Samsung che colma le lacune del precedente e anzi, migliora tanti aspetti, primo dei quali l’ergonomia e la grandezza del dispositivo.
Innanzi tutto è stato scelto come form factor per il Galaxy S4 Zoom quello del nuovo Samsung Galaxy S4 Mini. Da questo ne consegue il nome che identifica la fotocamera come appartenente dalla famiglia Galaxy S a tutti gli effetti.
Nel confronto con la Galaxy Camera menzionata in apertura, l’aver adottato come display il formato 4,3” del Samsung Galaxy S4 Mini da un grande vantaggio per la portabilità complessiva del sistema; troviamo che nel confronto con la Galaxy Camera, il Galaxy S4 Zoom sia molto più comodo da infilare nelle tasche. Certo rimane il problema di uno spessore assolutamente non comparabile con quello di un normale telefono cellulare, però bisogna ricordare che ci troviamo ad avere uno zoom 10x che riesce a coprire un intervallo di focali tra il 24mm e il 240mm rapportate al formato 35 mm.
La qualità costruttiva della fotocamera è molto buona. Nonostante l’uso di materiali plastici, la Samsung è riuscita a dare delle finiture che rendono il prodotto più elegante come la cornice cromata attorno al bordo del display. Parlando dello schermo, ci troviamo di fronte ad un monitor da 4,3” di buona qualità anche se non è assolutamente comparabile per quanto riguarda la nitidezza e brillantezza dei colori a quello presente sul telefono Galaxy S4.
Secondo noi il Galaxy S4 Zoom incarna uno dei desideri di molti fotografi: quello di avere sempre con se una macchina fotografica che può anche telefonare quindi non l’opposto come si può pensare normalmente. Di fronte al Galaxy S4 Zoom infatti troviamo una vera e propria macchina fotografica a tutti gli effetti CON un telefono incorporato. Bisogna ammettere che telefonare con una macchina fotografica all’orecchio può farci passare per scemi ai più, rimane però l’idea di avere sempre con se tra le mani una vero dispositivo fotografico pronto all’uso in caso di necessità.

Pixel Square, Samsung Galaxy Zoom S4 Test e Recensione

Come funziona il Samsung Galaxy S4 Zoom

Chi è abituato ad usare uno smartphone non trovarà alcuna differenza in quanto il layout dei comandi è esattamente come quello di un telefono di ultima generazione con tasto di sblocco e tasti per aumentare/diminuire il volume sul dorso del dispositivo. In questo apparecchio però è presente un tasto fisico di scatto, oltre che ad una ghiera sull’obiettivo. Sbloccando il dispositivo entreremo nel classico menù di Android mentre tenendo premuto per un secondo il tasto di scatto faremo partire l’applicazione che gestisce la fotocamera.
Nella applicazione fotocamera di Samsung possiamo impostare le varie modalità di scatto andando dalle modalità “scene” dove tutti i parametri sono impostati automaticamente, alle modalità chiamate “esperto” dove possiamo lavorare in modalità P, AV, TV o totalmente in manuale. Visto la mancanza di ghiere aggiuntive esterne che ci consentirebbero una maggior velocità nel variare i parametri di scatto, abbiamo deciso di usare la modalità P che aggiusta automaticamente l’esposizione dandoci però la possibilità di stararla intenzionalmente nei casi di necessità. Utile è la modalità panoramica che permette di trascinare la fotocamera orizzontalmente per catturare automaticamente un panorama. I risultati in questa modalità sono buoni anche se non all’altezza di quelli ottenibili con l’ultimo iPhone 5s che in questo caso ha fissato un nuovo standard qualitativo per le panoramiche fatta con il telefono.

Punto di forza del Samsung Galaxy S4 Zoom

Uno dei punti forti del Galaxy S4 Zoom è la grandezza del sensore, pari a 1/2,3” pollici, quindi comparabile a quello presente su una macchina fotografica compatta.
Perchè questo aspetto è così importante?
Generalmente, i pixel più grandi sono una rappresentazione di fotodiodi sul sensore più grandi i quali riescono a catturare più luce dando, sulla carta, minor rumore quando abbiamo poca luce e maggior gamma dinamica in presenza di alto contrasto.
Con l’esperienza abbiamo visto quanto sia importante anche come l’immagine è gestita dopo lo scatto dal processore d’immagine e dagli algoritmi di demosaicizzazione oltre a quanto agiscono gli algoritmi per sopprimere il rumore ed aumentare l’apparenza di nitidezza.C’è da dire che purtroppo il Galaxy S4 Zoom presenta una densità di Pixel abbastanza elevata (16 Megapixel) che tende ad far eliminare il vantaggio dato da un sensore più grande al confronto con un sensore più piccolo ma con meno Megapixel (vedi ad esempio iPhone 5s con 8 megapixel o HTC One con “soli” 4 Megapixel).

Pixel Square, Samsung Galaxy Zoom S4 Test e Recensione

Test fotografico Galaxy S4 Zoom

Abbiamo usato il Galaxy S4 Zoom intensivamente per quasi due settimane portandolo con noi in un viaggio che ha toccato diverse città sul Mediterraneo. Proponiamo qui di seguito una nostra prova fotografica del dispositivo con delle immagini scattate a Valencia in Spagna presso il museo della Scienza e della tecnica, opera architettonica faraonica e di immensa bellezza realizzata dall’archietetto Santiago Calatrava.
L’analisi delle immagini regala giudizi contrastanti. Nel complesso le fotografie risultano essere molto buone a livello di bilanciamento dell’espozione e per il risultato cromatico complessivo. Il punto di forza del dispositivo, introvabile in nessun altro cellulare concorrente, è la possibilità di estendere la focale fino ai 240mm (equivalenti nel formato 35mm) avendo a disposizione così di un vero Zoom ottico e una interpolazione digitale. [Nota: segui il link su queste due parole per accedere al glossario dei termini]
Parlando della qualità della immagini, le foto ottenute con il Samsung Galaxy s4 zoom sono buone, però notiamo come in tutti i file si possono notare artefatti e rumore anche nei dettagli chiari come i cieli delle fotografie, zone nelle quali di solito il rumore è molto basso. Pensiamo e continuiamo a ripeterlo, che su questa classe di fotocamere, sarebbe un grandissimo vantaggio quello di poter scattare e salvare il file in modalità .raw
(come ad esempio sulle compatte Canon che grazie al firmware CHDK rinascono come nuove!)
Ecco le fotografie del nostro test fotografico con il Samsung Galaxy S4 Zoom. Dopo le immagini seguono le nostra considerazioni finali.

Pixel Square, Samsung Galaxy Zoom S4 Test e Recensione

Pixel Square, Samsung Galaxy Zoom S4 Test e Recensione

Pixel Square, Samsung Galaxy Zoom S4 Test e Recensione

Pixel Square, Samsung Galaxy Zoom S4 Test e Recensione

Pixel Square, Samsung Galaxy Zoom S4 Test e Recensione

Pixel Square, Samsung Galaxy Zoom S4 Test e Recensione

Pixel Square, Samsung Galaxy Zoom S4 Test e Recensione

Pixel Square, Samsung Galaxy Zoom S4 Test e Recensione

Pixel Square, Samsung Galaxy Zoom S4 Test e Recensione

Pixel Square, Samsung Galaxy Zoom S4 Test e Recensione

Pixel Square, Samsung Galaxy Zoom S4 Test e Recensione

Pixel Square, Samsung Galaxy Zoom S4 Test e Recensione

Pixel Square, Samsung Galaxy Zoom S4 Test e Recensione

Pixel Square, Samsung Galaxy Zoom S4 Test e Recensione

Pixel Square, Samsung Galaxy Zoom S4 Test e Recensione

Considerazioni Finali

Il nuovo Samsung Galaxy S4 Zoom è sicuramente un dispositivo molto interessante che va ad aprire la strada ad una nuova classe di apparecchi che prima non esistevano: le macchine fotografiche / telefono. Pensiamo che l’idea sia molto buona, in molti casi per un fotografo è anche molto elettrizzante. Con questo Samsung Galaxy S4 Zoom rimane però il problema di una qualità dell’immagine non all’altezza del dispositivo soprattutto per quanto riguarda il rumore e gli artefatti presenti anche ad Iso molto bassi e nelle zone chiare dell’immagine. Ci piacerebbe vedere su una macchina fotografica di questo livello la possibilità di salvare i file .raw. Avendo a disposizione lo store delle applicazioni di Google si potrebbero usare App specifiche per lo sviluppo del Raw in camera aprendo così nuove possibilità qualitative alle immagini prodotte.

Download delle immagini originali proposte in questa recensione

Potrete scaricare alcune delle immagini originali proposte in questa recensione registrandovi al nostro sito e quindi seguendo la pagina di download in basso.
[Nota: registrandovi al nostro sito sarete inclusi automaticamente alla nostra newsletter con tutte le novità degli ultimi articoli del sito e i nostri corsi in partenza]

Pagina di Download delle immagini originali proposte in questa recensione.


Potete acquistare il nuovo Samsung Galaxy S4 presso il sito di Amazon.it: Samsung S4 Zoom Smartphone, Nero [Italia]

2 Replies to “Recensione e Test fotografico Samsung Galaxy S4 Zoom: una fotocamera con telefono.”

  1. ALBERTO CONENNA ha detto:

    Pessima esperienza con questo smartphone! Chiaramente l’ho acquistato per la fotocamera, ma è proprio questa a dare problemi! Dopo un anno l’obiettivo risulta pieno di polvere, tanto che sullo schermo appaiono delle macchie scure di circa 2-3 mm di diametro. Portato all’assistenza locale, mi dicono che lo puliranno, nel giro di 1-2 giorni. Dopo una settimana mi telefonano dicendomi che hanno dovuto mandare il tutto all’assistenza nazionale, poichè, essendo la polvere entrata addirittura dentro l’obiettivo, non è possibile pulirlo, ma bisogna cambiarlo del tutto per la modica cifra di 135 euro, pur essendo in garanzia, adducendo la scusa che c’è un’incrinatura, da me causata! Io li assicuro che il telefono è stato trattato con la massima cura, ma niente da fare, devo pagare. A questo punto accetto e il telefono mi ritorna indietro nel giro di una decina di giorni. Però, sorpresa, quando lo zoom è sulla focale minima, l’autofocus non funziona e le foto risultano sfuocate. Lunedì sentirò cosa ci sarà da fare e se mi faranno spendere altri soldi, con SAMSUNG ho chiuso per sempre, poichè nel frattempo questo modello è stato sostituito col più recente Galaxy K Zoom, che però non mi azzardo ad acquistarre poichè, se dovesse succedere la stessa cosa, non mi fido più degli addetti all’assistenza, che si sono comportati da veri cialtroni!

    1. Staff Pixel Square ha detto:

      Purtroppo non è la prima volta che sentiamo questo genere di commenti sulla assistenza dei prodotti da lei indicati… 🙁

Partecipa anche tu alla discussione!

scroll to top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi