File .raw, problemi che possono sorgere

Qualita-Macchine-Mirrorless-102.jpg

Classica domanda che mi sento porre: come mai Photoshop non mi apre il mio file .raw?

Il discorso è legato al fatto che il file .raw non è uno standard aperto e universale.

Ogni produttore di macchine fotografiche implementa la sua versione del file .raw, questo per svariati motivi tra i quali la volontà di farvi migrare verso il proprio software di postproduzione (quei programmi che trovate con l’acquisto della macchina fotografica) e poter implementare qualche funzione aggiuntiva come la rimozione automatica della vignettatura e distorsione della lente (per altro cose che sono state aggiunte già da Lightroom 3 e Camera Raw 6 senza dover utilizzare specifiche .raw nuove…).

Come conseguenza del fatto che il formato non è universale, ogni casa utilizza una estensione a propria scelta. Eccone alcune:

  • Canon: .cr2
  • Nikon: .nef
  • Olympus: .orf
  • Sony: .arw
  • Pentax: .pef
  • Samsung: .srw
  • Hasseblad: .3fr
  • Fuji: .raf

Il problema è dunque questo: voi comprate un nuovo modello di macchina fotografica, impostate lo scatto nella modalità “Raw+Jpg” (da me consigliato), scaricate i file e non riuscite ad aprire il file .raw in Photoshop.

Il motivo è dovuto al fatto che il vostro Photoshop non “conosce” ancora il nuovo formato .raw usato dalla vostra digitale acquistata. Quali sono i rimedi?
Uno è quello di aggiornare l’utility Camera Raw (o Lightroom se utilizzate quest’ultimo) all’ultima versione disponibile sperando che la compatibilità sia stata aggiunta. Dico sperando in quanto tante volte passano mesi prima che l’utility Camera Raw venga aggiornata per supportare le nuove macchine fotografiche.

Può darsi inoltre che voi possiate aggiornare Camera Raw solo fino ad una certa versione.
Per esempio chi possiede Photoshop Cs 5 può aggiornare fino alla versione di Camera Raw 6.7

Chi possiede Photoshop Cs6 si ritroverà con Camera Raw versione 7.0 [alla data di scrittura di questo articolo, Maggio 2012]

Ci sono rimedi se la vostra macchina non è ancora supportata dall’ultimo Camera Raw/Lightroom o non potete aggiornare tali software all’ultima versione?
Provare con un altra utility/programma di sviluppo .raw. Ecco alcuni nomi di programmi di sviluppo .raw:

  • Apple Aperture.
  • Phase One Capture One.
  • Bible Pro.
  • Raw Developer.
  • SILKYPIX Developer Studio.
  • Dcraw
  • Programmi/Utility fornite all’acquisto della macchina fotografica.

ADOBE E IL FORMATO DNG

Per porre rimedio a questa selva di formati, estensioni e problemi di lettura dei file da parte di software non aggiornati, la Adobe ha proposto un paio di anni fa di adottare un formato .raw universale denominato da loro DNG (Digital Negative).

Utilizzare un file .dng comporta diversi vantaggi, tra i principali quello di avere un file .raw universale e quindi utilizzabile da molti software senza dover aggiornare le utility alle ultime versioni disponibili; inoltre abbiamo un formato che sulla carta si presenta come il più sicuro per l’archiviazione futura. Essendo infatti il file DNG un formato aperto, qualsiasi sviluppatore di software potrà implementare le sue specifiche nei programmi di lettura dei file. In questa maniera ci saranno sempre programmi che potranno aprire e sviluppare tale file.

Allo stato attuale ci sono sul mercato delle macchine fotografiche (come Pentax, Hasseblad e Leica) che permetto, tramite una opzione nel menù, di impostare il formato .raw sulla specifica DNG.
Una altra strada che potete intraprendere è quella di convertire i vostri file dal formato .raw proprietario del produttore nel formato DNG di Adobe. Questa conversione può essere gestita per esempio già in fase di importazione in Lightroom.
Ricordo che molte volte il .raw DNG convertito pesa di meno (a parità di qualità, in quanto non comprimo o butto via informazioni) del file .raw proprietario. Un caso eclatante sono i .raw della mirrorless Samsung Nx-200: il file .raw proprietario in formato .srw può pesare attorno ai 40 Megabyte, dopo la conversione risulta occupare la metà dello spazio.

Sarebbe bello vedere tutti i produttori allinearsi verso lo standard DNG di Adobe.

Share it:

PinIt

One thought on “File .raw, problemi che possono sorgere”

Rispondi

Top